Archivio per novembre 2009

Caro Roveredo, cosa stai combinando?

Si è sentito parlare molto di Roveredo Grigioni negli ultimi mesi e non solo nella Valle Mesolcina, ma anche nel Canton Ticino.

Lo scorso 27 settembre i cittadini roveredani si sono recati alle urne per approvare lo stanziamento di due finanziamenti: il primo riguardava il credito di franchi 692’260.- quali costi edili con climatizzatore per la sistemazione del 5° piano del Centro Regionale dei Servizi, il secondo riguardava il credito di franchi 189’160 quali costi per il mobilio ed altri costi di spostamento per la nuova amministrazione comunale sempre al CRS.

Questi due crediti erano già stati approvati dal Consiglio Comunale una volta inoltrata in municipio l’iniziativa popolare firmata da 824 cittadini. La richiesta del popolo roveredano consisteva nello spostare l’attuale cancelleria comunale nel nuovo Centro Regionale dei Servizi, il quale già ospita degli uffici pubblici e la stazione di polizia cantonale.

La Sezione Bellinzona e Valli della Gioventù Comunista (nella quale militano anche compagni mesolcinesi) capisce la decisione di lanciare un referendum, ma non il motivo per cui sia stato proprio il Municipio a lanciarlo. La campagna referendaria guidata dal sindaco è stata portata avanti con grande convinzione fino al 27 settembre, ma resta da chiedersi: perché tutto questo? Perché il Municipio ha lanciato il referendum dopo la consegna dell’iniziativa firmata da più di 800 cittadini? Quante volte un esecutivo ha lanciato un referendum contro una decisione di un legislativo incaricato di elaborare un piano su iniziativa popolare?

Optando per questa decisione l’esecutivo ha dimostrato di non curare le volontà dei cittadini roveredani! Si è avuto un inutile spreco di risorse finanziarie per le campagne in vista delle votazioni di fine settembre e soprattutto è stato perso del tempo prezioso, tempo che doveva essere investito in problemi che affliggono il comune, il circolo e l’intera valle.

Con il presente comunicato la Sezione Bellinzona e Valli della Gioventù Comunista non intende prendere una posizione sull’approvazione o meno dei due finanziamenti che si sono votati a fine settembre, bensì vuole chiarire che non può esistere un rispetto politico all’interno di un comune, di un cantone o quel che sia se l’esecutivo non prende atto di ciò che la popolazione chiede.

Questi comportamenti non giovano nè alla politica nostrana, nè all’immagine di essa che diamo al resto della Confederazione. Come può la Svizzera Italiana richiedere una maggiore attenzione politica nei confronti di Berna se la stessa Svizzera Italiana si mette in mostra a livello federale per motivi imbarazzanti come quest’ultimo?!?
Lascio immaginare una risposta al lettore…

 

Mattia Antognini,
Coordinatore Sezione Bellinzona e Valli della Giovnetù Comunista,
Domiciliato a Roveredo

Lodrino, via dedicata a Bassanesi

Ancora una volta il municipio di Lodrino ha scelto di non dedicare una via del paese all’aviatore antifascista Giovanni Bassanesi.

Nel luglio del 1930 Bassanesi parte con il suo areoplano da Lodrino in direzione di Milano, per poi sganciare nel cielo della città lombarda più di 150’000 volantini contro il regime di Mussolini. Un gesto non poco pericoloso, ma che con coraggio e determinazione questo uomo ha affrontato!

Dopo più di 70 anni da quest’evento il gruppo socialista del comune ha chiesto che gli venisse dedicata una via. La richiesta è stata portata avanti da due professori, i quali hanno avuto il sostegno del Partito Comunista e della Gioventù Comunista; è stata inoltre organizzata una raccolta di firme da consegnare direttamente al municipio.

Nonostante il volere di più cittadini, il municipio ha deciso per l’ennesima volta di non dedicare una via all’aviatore antifascista. La Gioventù Comunista ne prende atto e continua a sostenere i professori. Ogni persona che abbia combattuto contro il fascismo andrebbe ricordata, ma purtroppo il municipio di Lodrino non la pensa in questo modo.

La GC si augura che il municipio riveda la propria posizione in merito alla richiesta dei cittadini lodrinesi e che si cerchi in maggior modo di ricordare chi ha fatto dei grandi sacrifici per la lotta contro il fascismo.

 

Mattia Antognini


Iscriviti alla nostra mailing-list!

RSS Studenti & Apprendisti

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Partito del Lavoro – Ticino

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Indymedia

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.