Archivio per maggio 2007

Per la pedonalizzazione del centro storico!

Centro Storico di BellinzonaIl Circolo di Bellinzona del Partito del Lavoro ritiene che l’iniziativa popolare “La città ai cittadini” vada mantenuta e sottoposta al voto popolare. Nel programma elettorale 2004-2008 del Partito Socialista (appoggiato anche dal Partito del Lavoro) faceva bella mostra di sé questa frase, oggi completamente disattesa dai socialisti:

 

Il pregiato centro medioevale della Città di Bellinzona non può sopportare il transito di mezzi ingombranti e inquinanti quali sono quelli utilizzati finora. Su questo punto non si può tornare indietro. I pedoni si sono ormai riappropriati delle vie e delle piazze del centro: la Città è tornata a vivere in una dimensione più umana“.

Il Partito del Lavoro ha deciso di rimanere coerente con queste parole e ritiene che il controprogetto approvato dal consiglio comunale non risponda sufficientemente a quanto chiesto dagli iniziativisti. In particolare ci preoccupano questi aspetti:

 

1. il ripristino della fermata in Piazza Collegiata, dove i bus passeranno nelle ore di punta, rendendo tale piazza centrale del nostro borgo meno vivibile.
2. Sono oltre venti i bus che passeranno per il centro storico, nei due sensi, lasciando aperte domande circa la pavimentazione, l’organizzazione del traffico e la sicurezza dei cittadini che oggi sono abituati a camminare nella piazza in libertà.
3. L’insicurezza e la poca informazione circa la corsia preferenziale (che inizierà su una rotonda e finirà ad un incrocio) lasciano presagire un pressapochismo inaccettabile da parte delle Autorità.
4. I Bus che passeranno per il centro storico sono mastodontici e ecologicamente poco sensibili.

Officine FFS in via di smantellamento?

Il Partito del Lavoro si è da subito schierato contro l’ennesimo attacco neoliberale alle Officine ferroviarie di Bellinzona. Il consigliere comunale Luca Buzzi, appartenente alla lista civica “Bellinzona Vivibile” sostenuta da alcuni nostri compagni alle ultime elezioni comunali ha inviato al seguente interpellanza al Municipio cittadino.

Negli scorsi giorni è emerso l’ennesimo progetto di ristrutturazione delle Officine delle FFS, che potrebbe causare la perdita di 80 posti di lavoro a tempo pieno, coinvolgendo direttamente quasi un centinaio di lavoratori, ma anche indirettamente tutti quelli che potrebbero per il momento restare.
Non solo il personale coinvolto, ma buona parte della cittadinanza è sempre più preoccupata e si chiede se le Officine avranno ancora un futuro.
Vorrei quindi sapere:
• Il Municipio era stato preventivamente informato di questa ulteriore ristrutturazione e delle dimensioni del progetto stesso? Se si, quando e che tipo di discussioni e d’intervento ha avuto al proposito con la direzione delle Officine?
• Qual è l’opinione del Municipio su questo progetto e sulla tendenza generale in atto da tempo, che potrebbe in futuro mettere in pericolo l’esistenza stessa delle Officine?
• Quale importanza dà ancora il Municipio alla presenza a Bellinzona delle Officine e che tipo di Officine si immagina nei prossimi decenni?
• Che impatti, finanziario e di altro tipo, potrebbe avere il progetto sulla città?
• Cosa intende fare il Municipio per opporsi all’attuale progetto e per sostenere le maestranze nelle loro legittime rivendicazioni?


Iscriviti alla nostra mailing-list!

RSS Studenti & Apprendisti

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Partito del Lavoro – Ticino

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Indymedia

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.